Destinatari del Corso e requisiti di ammissione

Destinatari e requisiti di ammissione

Il Master è rivolto a quanti siano in possesso di:

  • Laurea Magistrale ai sensi del D.M. 270/2004 in Psicologia - Classe LM 51
  • Laurea Specialistica ai sensi del D.M. 509/99 in Psicologia - Classe 58/S
  • Laurea V.O. quinquennale in Psicologia

Sono ammessi a partecipare al Master i laureandi della sessione autunnale 2021-22 nelle suddette classi di laurea. Il titolo accademico dovrà essere comunque conseguito entro e non oltre l’inizio delle attività del Corso.
I laureandi vengono ammessi con riserva alla selezione, previa domanda di ammissione on-line da effettuarsi con le modalità indicate sul Bando. In caso di mancato conseguimento del titolo accademico, tali candidati decadranno dal diritto all’immatricolazione.

Titolo rilasciato

Master Universitario di II livello in “Psicodiagnostica e Psicologia Forense”.
(Il conseguimento è subordinato alla frequenza non inferiore all’80% delle lezioni complessive e al superamento della prova finale).
Il Master attribuisce 60 Crediti Formativi Universitari; per gli psicologi comporta l'esonero annuale dei crediti ECM.

Sbocchi lavorativi

Il Master consente il conseguimento di un criterio di formazione specifica per presentare richiesta di iscrizione all’albo del consulenti Tecnici di Ufficio (CTU) e dei Periti presso i tribunali.
La figura professionale formata dal Corso può trovare sbocco in diversi ambiti, tra i quali Enti ed Aziende Sanitarie (Ospedali, ASL, Ministero di Grazia e Giustizia), Cooperative del terzo settore e studi libero-professionali, per realizzare:

  • attività diagnostica psicologico-clinica
  • attività peritale e di consulenza in ambito civile e penale
  • attività di esperto presso il Tribunale per i minorenni e la Sez. minorenni della Corte d’Appello

attività di prevenzione e di tutela dell’infanzia e dei minori.