Progetti di ricerca finanziati

Consulta il nuovo sitoweb

EuroTeCH European Technologies and Strategies for Cultural Heritage at risk

LINE OF PROJECT: ERASMUS PLUS 
PRIORITY 2018 
The most relevant HORIZONTAL priority : Social and educational value of European cultural heritage. 
HORIZONTAL: Open education and innovative practices in a digital era 
HIGHER EDUCATION: Developing skills – developing curricula relevant to the labour market and societal needs. 
DIRECTED BY: Prof. Oliva Menozzi, Associated Professor in Classical Archaeology, Unievsità G. d’Annunzio di Chieti-Pescara 

Il progetto EUROTECH si inserisce nell’ambito dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018, essendo un’azione che contribuisce ad aumentare la consapevolezza sull'importanza del patrimonio culturale europeo attraverso l'istruzione e l'apprendimento permanente cosi come previsto dalla priorità della call.. Il target a cui si rivolge il progetto EUROTECH comprende gli studenti delle facoltà di lettere ed archeologia  di diverso livello: BSc, MSc, PhD, ed inoltre i professionisti dei settori pubblici e dei settori privati. La costituzione di un consorzio partecipato da partner accademici e partner privati permette di rendere il curriculum previsto dal modello EuroTeCH come percorso formativo permanente oltre a creare nuovi posti di lavoro sia nel settore pubblico che privato. L’obiettivo è inoltre di sviluppare e testare moduli teorico-pratici da inserire in un curriculum accademico per un corso professionalizzante finalizzato al miglioramento delle abilità professionali dell’archeologo classico  che in un secondo step verrà convertito in Diploma di perfezionamento o master di II livello.  I moduli che costituiscono il modello pilota verranno resi anche in qualità di open course OER disponibili su piattaforma e-learning. I moduli saranno prodotti in italiano, in lingua inglese e nelle lingue dei paesi dei partners partecipanti, al fine di raggiungere i gruppi target internazionali e superare le barriere linguistiche. La scelta di integrare i moduli con applicazioni innovative, quali sistemi GIS, realtà aumentata e realtà virtuale, nonché video lezioni consente di andare oltre la metodologia di apprendimento tradizionale e favorire l’inserimento delle tecnologie TIC anche nella formazione  accademica. 
Il ricorso ad una modalità di apprendimento che combina lezioni in presenza e online (blended), in accordo con le disposizioni della commissione europea sull’apertura dell’istruzione, stimola la motivazione degli studenti e migliora l'efficacia dell'apprendimento. Nei percorsi di training pratico inseriti nel modello  EUROTECH verranno integrate tecnologie ICT per simulare e ricreare situazioni reali che daranno la possibilità di partecipare alle attività anche a discenti con disabilità.  

MEETING

Kick off meeting EuroTeCH Erasmus+Chieti 26-27 novembre 2018, Aula Multimediale del Rettorato

Convegno Internazionale "Fortificazioni e identità urbane. Invarianti materiali e immateriali: Verona si confronta".Verona, 15-16 febbraio 2019

“Behind the Buffer Zone. Archaeology at risk. Illicit traffic of Antiquities International Conference”Chieti Auditorium del Rettorato 15-17 maggio 2019

EUROTECH TRAINING WORKSHOP-Prima parte: Protocolli di intervento e Best Practices nell'archeologia a rischio.Roma - Complesso Monumentale del San Michele - 16 settembre 2019-Seconda parte: La pittura etrusca e le indagini ottiche multispettrali.Tarquinia, sala conferenze dell’Hotel Tarconte, 17-18 settembre 2019

PROGETTO EUROTECH – SEMESTRE ICA* PEGASO**

PONTECAGNANO-PAESTUM 15 E 16 NOVEMBRE 2019

Museo Archeologico di Pontecagnano: “Etruschi di frontiera”

Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum e Museo Archeologico di Paestum

 

*ICA-MIBAC http://www.ic_archeo.beniculturali.it/it/235/progetto-eurotech

** Società Pegaso srl (dott. R. Carmagnola, dott.ssa G. Adinolfi), pegasocarmagnola@alice.it

La Tabula Itineraria Peutingeriana: esposizione della più antica mappa da viaggio dell’impero romano e ciclo di conferenze

Pescara, Museo delle Genti d’Abruzzo, 9 febbraio-1 marzo 2020

tourismA. Salone Archeologia e Turismo Culturale – Firenze Palazzo dei Congressi 21-23 febbraio 2020

23 febbraio 2020

LA SFINGE, PORSENNA E IL LABIRINTO

Chiusi e Palermo AR - Incontro di Studio

A cura di: Direzione regionale Musei della Toscana - Museo Nazionale Etrusco di Chiusi, Museo archeologico regionale

Antonino Salinas Palermo, Comune della Città di Chiusi, Università di Chieti - CAAM (Centro di Ateneo di Archeometria e Microanalisi), CNR-ICCOM Pisa, Istituto di Studi Etruschi e Italici, Università di Perugia, Pegaso Srl Archeologia Arte Archeometria - Roma, Art Test studio - Pisa, Gruppo Archeologico “Città di Chiusi”

Coordina: Maria Angela Turchetti Direzione regionale Musei della Toscana - Museo Nazionale Etrusco di Chiusi

14:00 Saluti Istituzionali, registrazione partecipanti e introduzione

14:30 LA SFINGE

Caterina Greco Museo Archeologico Regionale A. Salinas di Palermo

Maria Angela Turchetti Direzione regionale Musei della Toscana - Museo Nazionale Etrusco di Chiusi

«La collezione Casuccini e Poggio Gaiella»

 

Maria Angela Turchetti Direzione regionale Musei della Toscana - Museo Nazionale Etrusco di Chiusi

Adriano Maggiani Istituto di Studi Etruschi e Italici

«Monumenti in pietra: la sfinge e l’immagine del potere prima di Porsenna»

 

Gloria Adinolfi Pegaso Srl Archeologia Arte Archeometria - Roma

Silvano Agostini UniCH-CAAM

Rodolfo Carmagnola Pegaso Srl Archeologia Arte Archeometria - Roma

Rocco D'Errico UniCH

Maria Giorgia Di Antonio UniCH-CAAM

Eugenio Di Valerio UniCH-CAAM

Maria Cristina Mancini UniCH-CAAM

Oliva Menozzi UniCH-CAAM

Donato Palumbo UniCH

«Alla ricerca della forma perduta: indagini archeometriche sulle sculture»